Il Massaggio Indonesiano delle Regine

Il Massaggio Indonesiano tra storia e cultura

Il massaggio Indonesiano origina da una tradizione plurimillenaria, tramandata attraverso la pratica e la tradizione orale. Il luogo geografico dello sviluppo del Massaggio Indonesiano si situa a nord dell’isola di Sumatra, nella città di Medan, una città di importanza commerciale che si affaccia sul mare Malese. Qui il Massaggio Indonesiano inizia a svilupparsi fin dal I sec. A.C. arricchendo progressivamente la sua pratica con sapienti contaminazioni culturali come quella araba, della Medicina Tradizionale Cinese, del Massaggio Tailandese e dello Shiatsu giapponese ed elementi del massaggio Ayurvedico.

In Italia il Massaggio Indonesiano arriva, secondo quanto pervenuto dalla tradizione orale perché non esistono documenti scritti, nello scorso secolo attorno agli anni 50. Nella sua versione originale le manovre venivano effettuate principalmente sulla schiena poiché tale massaggio veniva eseguito sul corpo della “Regina” e solo al Re era concesso contemplare  l’addome e i seni delle sue principesse. Si tramanda che venisse praticato alle principesse non scelte per la notte dal Re. Proprio per questo viene anche detto “il Massaggio delle Regine”. Nella pratica originaria tale massaggio comprendeva anche il trattamento dei cinque orifizi superiori e dei due inferiori, in occidente per ragioni culturali questa parte del massaggio non viene eseguita e si concludeva con un delicato e piacevole massaggio sul viso.

Il Massaggio Indonesiano veniva praticato sugli adolescenti a segnare il momento di passaggio alla pubertà, in quando andava anche a stimolare zone collegate alla affettività e alla procreazione senza per questo ricadere nella sfera erotica come intesa nel mondo occidentale.

Il Massaggio Indonesiano appartiene alle cosiddette “Medicine Sacre” cioè a quelle pratiche che si propongono di ricercare l’equilibrio tra Macrocosmo e Microcosmo, il massaggio ha un valore di “trattamento” e di “cura” proprio per i benefici concreti che produce nel corpo, nella psiche e nello spirito, alcune le tecniche del Massaggio Indonesiano vanno, infatti, a lavorare sui canali energetici che collegano organi e visceri principali e, in modo particolare, mirano a liberare emozioni e sensazioni.

Questo Massaggio è consigliato per tutti coloro che sono stressati e cercano di staccare la mente dalla vita di tutti i giorni, per le persone che hanno un difficile rapporto nell’ascolto del proprio corpo e delle proprie sensazioni, per chi desidera liberare le proprie emozioni, per chi ricerca un  piacevole momento di pausa e ricaricare le proprie batterie di nuova energia vitale. Il massaggio va inoltre ad attivare ed equilibrare la connessione tra i due emisferi cerebrali, quello sinistro razionale e quello destro emotivo e lavora sui due principi della filosofia cinese Yin e Yang ingenerando lì dove serve l’autoguarigione di mente, corpo e spirito

La tecnica del Massaggio Indonesiano delle Regine

Il Massaggio Indonesiano delle Regine viene rivisto e proposto per prima volta alla fiera di Bologna nel 2005 dalla mente geniale del maestro Pietro Corvino e riscosse un enorme successo. Ho avuto la fortuna di impararlo direttamente dal maestro e amico Pietro Corvino imparando direttamente da lui tutti i segreti e la sapienza celate in ogni manovra tecnica. Il Massaggio Indonesiano è praticato da un Massaggiatore Professionista perché richiede un alto livello di esperienza nell’arte del Massaggio e una particolare abilità nel gestire il movimento delle mani. Ogni mano, infatti, si muove decisa e delicata danzando libera dai movimenti dell’altra mano ed esercita pressioni diverse e mirate. Non vengono utilizzate solo le mani ma anche avambracci, gomiti, ginocchia, piedi partecipano con sapienza e precisione alla pratica del massaggio, si aggiungono tecniche di digito pressione, di stiramento e trazione di muscoli e arti, il corpo steso sul lettino viene delicatamente mosso e perfino girato.

La manualità del Massaggio Indonesiano disegna sul corpo delle forme geometriche elementari dell’universo come cerchi, triangoli, quadrati che comunicano con la mente inconscia e l’inconscio collettivo, altri movimenti vanno a dialogare con le dinamiche del rapporto interpersonale ed affettivo lavorando specificatamente su tre Chakra: Swadhistana (2 chakra – ipogastrico) che agisce su alimentazione e sensualità, Anahata (4 chakra – cardiaco) che agisce sull’amore incondizionato. Sahasrara (7 chakra – mentale) che agisce sull’amore spirituale e universale.

L’alta e raffinata classe di questo massaggio lo pongono tra i top dei massaggi emozionali e rilassanti, consiglio tutti di provarlo perché non riuscirete più a farne a meno.

Per prenotazioni e informazioni chiama il 392 4624282 o prenota direttamente sul sito dal tuo smartphone.

Rispondi