CELLULITE: MASSAGGI LINFODRENANTI E COPPETTAZIONE

La Cellulite detta Pannicolopatia edemato-fibrosclerotica è un disturbo infiammatorio del tessuto adiposo sottocutaneo (pannicolo adiposo) dove si forma la cellulite a causa dell’accumulo di liquidi. Questo è dovuto ad una disfunzione del microcircolo (piccola circolazione sanguigna), il rallentamento del sangue provoca la ritenzione idrica e tende a creare dei setti fibrosi che intrappolano il tessuto adiposo e l’acqua. Nelle aree dove questo si verifica questo processo manifestano come dei buchi o delle depressioni che conferiscono alla pelle quell’aspetto comunemente chiamato “buccia d’arancia”.

Ci sono quattro stadi evolutivi della Pannicolite:

  1. Cellulite Edematosa: è il primo stadio iniziale di ristagno dei liquidi e può essere migliorato ed è reversibile. Segni: la pelle si presenta al tatto più pastosa e fredda, con i primi segni di buccia d’arancia. Sintomi: nessuno.
  2. Cellulite Fibrosa: in questo secondo stadio notiamo dei piccoli noduli e se trattati tempestivamente sono anch’essi reversibili. Segni: pelle a “buccia di arancia” ma con avvallamenti più o meno profondi e il colorito cutaneo non è uniforme. Sintomi: esercitando una pressione sulla zona interessata si inizia a percepire un leggero dolore-fastidio, su di essa la pelle è fredda rispetto alle zone limitrofe.
  3. Cellulite Sclerotica Molle: in questo terzo stadio il numero dei noduli sottocutanei sono cresciuti a causa di una insufficienza della circolazione venosa e/o linfatica con apparire di edema sulla zona interessata. Anche qui la problematica è ancora risolvibile e reversibile. Segni: gli avvallamenti sulla pelle sono molti, possono comparire dei lividi a causa dei problemi circolatori. Sintomi: Toccare queste zone provoca dolore e la cute è fredda al tatto.
  4. Cellulite Sclerotica: questo quarto stadio è caratterizzato da un peggioramento delle precedenti condizioni del tessuto adiposo sottocutaneo. Al tatto e alla vista il tessuto acquista un aspetto simile a “materasso”. Qui la condizione si trasforma in irreversibile.

I fattori che provocano questo disturbo sono spesso genetici, familiari, o costituzionali legati alla obesità o alla propria conformazione ginoide (figura a “pera”) o androide (figura a “mela”), ai processi ormonali, particolarmente se si usano contraccettivi o in presenza di ipertiroidismo, o ancora quando si evidenziano problematiche circolatorie sia venose che linfatiche.

TRATTAMENTI CONSIGLIATI

I trattamenti devono soddisfare due condizioni:

1. La prima è condizione per un buon risultato è il drenaggio dei liquidi. Uno strumento efficace è una PACCHETTO DI MASSAGGI LINFODRENANTI, a cui si possono accostare l’uso di prodotti drenanti esterni come creme, fanghi, o interni come integratori, è una regolare e corretta assunzione di acqua.

2. La seconda condizione è migliorare il microcircolo. Il deficit nel microcircolo sottocutaneo è la ragione base della manifestazione della cellulite perché va a causare l’accumulo di liquidi e la conseguente infiammazione dei tessuti. Proprio per questo è consigliato abbinare ai massaggi linfodrenanti una serie di trattamenti di  COPPETTAZIONE. La coppettazione èuno strumento potente ed efficace che ci viene dalla sapienza della Medicina Cinese. La suzione creata dal vuoto indotto nelle coppette aiuta e attiva il microcircolo, così fondamentale per la risoluzione e la inversione della cellulite, inoltre agisce migliorando la circolazione venosa e linfatica e l’. Verrà applicata una coppettazione statica su precisi punti di agopuntura seguendo una corretta e progressiva sequenza per togliere le stasi ed attivare il flusso energetico per poi passare ad una serie di coppettazioni dinamiche seguendo il percorso superficiale di meridiani tendino-muscolari di Vescica, Reni, Vescicola Biliare, Stomaco, Fegato…, si tratta di un percorso nastriforme assimilabile a quello delle fasce.

Questi trattamenti li trovi presso Jesolo Massaggi e Kinesiologia.

I trattamenti servono se accompagnati da corretti stili di vita.

Si invita a migliorare la propria alimentazione, utilizzando cibi sani e freschi e misurati, soprattutto con proprietà drenanti, diuretiche e depurative. Si esorta a fare movimento fisico per almeno trenta minuti o camminare con passo spedito per più di venti minuti o praticare costantemente degli esercizi yoga. Infine molto conta anche la cura della propria interiorità, stress, preoccupazioni, non accettazione del proprio corpo, rabbia, insoddisfazione, non ascolto del proprio corpo non aiutano, ma soprattutto tutti quei comportamenti che favoriscono la cellulite come fumare, accavallare le gambe, indossare abiti troppo aderenti.

Per maggiori informazioni chiama 3924624282.

Il Massaggio connettivale: ottimo rimedio contro la cellulite

La cellulite va attaccata proprio dove sorge: nel tessuto connettivo.

Il massaggio connettivale si differenzia dagli altri massaggi perché va ad agire sul tessuto connettivo sottocutaneo. Questo tessuto ha il compito di collegare, sostenere, apportare ossigeno e tutte le sostanze nutritive ai vari organi del corpo, comprese le ossa, le cartilagini e i legamenti, i tendini, i nervi e i vasi sanguigni.

Questo trattamento è particolarmente indicato per tutti coloro che soffrono di cellulite.

Si tratta di una tecnica specifica e molto efficace contro gli inestetismi causati dalla cellulite  la quale va a modificare proprio lo stato del tessuto connettivo.

La cellulite è riconosciuta dai più come un inestetismo della pelle. È riconoscibile dal classico aspetto bucherellato a buccia di arancia che osserviamo sulla pelle quando la pizzichiamo tra pollice ed indice.

La cellulite è il risultato di un progressivo aumento di volume delle cellule adipose, le quali gonfiandosi poi si induriscono fino a dare origine a dei noduli fastidiosi e inestetici presenti proprio nel tessuto connettivale.

Leggi tutto “Il Massaggio connettivale: ottimo rimedio contro la cellulite”

Massaggio Linfodrenante olistico

Il Massaggio Linfodrenante olistico

è un massaggio piacevole, lento e delicato sulla pelle.

Specifiche tecniche di massaggio organizzate in una precisa sequenza vanno ad agire sul sistema linfatico del corpo umano, trasmettendo la bella sensazione di ricevere carezze: una vera e propria coccola per il corpo e lo spirito.

Il Massaggio Linfodrenante è particolarmente indicato per tutti coloro che soffrono di ritenzione idrica e lamentano gambe gonfie.

Una vita sedentaria o molte ore trascorse in piedi, la cattiva abitudine di bere poca acqua nel corso della giornata, una cattiva e scorretta alimentazione, l’insufficiente movimento, sono tutte cause che contribuiscono all’ insorgere di una ritenzione idrica.

Anche gli stati emozionali hanno una rilevanza significativa sulle stasi linfatiche, non si tratta solo di un fisiologico ristagno di liquidi, ma di molti altri fattori nocivi ed inquinanti per il corpo e lo spirito se non assorbiti ed espulsi.  Il Massaggio Linfodrenante lavorando ad un livello energetico più profondo produce risultati straordinari e immediati.

La tecnica di Massaggio Linfodrenante

Si va a operare sulla circolazione linfatica non solo delle gambe e caviglie, più soggette alla ritenzione idrica, ma anche su viso, addome, schiena, braccia, ovunque dove si constata un ristagno. Il massaggio   aumenta significativamente la capacità naturali del corpo favorendo una sana velocità del flusso linfatico, l’assorbimento dei liquidi in eccesso e l’eliminazione di scorie e tossine.

Leggi tutto “Massaggio Linfodrenante olistico”

Massaggio Decontratturante

Il massaggio svedese decontratturante trae le sue origini dal massaggio Greco Romano, questo veniva applicato sugli atleti greci prima della gara per migliorare perfomance e agilità e dopo la gara per defaticare i muscoli dallo sforzo eccessivo.

Qual è lo scopo del messaggio svedese decontratturante?

L’applicazione del massaggio decontratturante in una specifica zona del corpo permette di rilasciare la tensione cronica della muscolatura. Le parti del corpo sulle quali si va operare più frequentemente sono la zona cervicale, dorsale, lombare o sulle gambe. Il massaggio può estendersi poi su tutto il corpo producendo un rilassamento muscolare generale.

Cos’è una contrattura muscolare?

Il corpo umano è soggetto a contratture. Queste sono il risultato di una azione inconscia difensiva del cervello. Quando avviene una eccessiva sollecitazione del tessuto muscolare e il conseguente superamento del limite di sopportazione, il muscolo o un gruppo di muscoli tendono a stirarsi e a contrarsi. Si sviluppa in seguito un indurimento della fascia muscolare percettibile perfino al tatto e provoca uno stato di dolore.

Una contrattura muscolare può accadere:

  • quando non abbiamo riscaldato in modo idoneo e sufficiente i muscoli che andremo a sollecitare,
  • quando non abbiamo raggiunto una preparazione fisica idonea allo sforzo da sostenere,
  • quando chiediamo al nostro corpo sollecitazioni eccessive,
  • quando facciamo dei movimenti bruschi e violenti,
  • quando soffriamo di squilibri posturali e muscolari,
  • quando manchiamo di armonia e coordinazione nei movimenti,
  • quando siamo soggetti a problemi articolari.

La contrattura, non causando una lesione anatomica alla fibre, è da considerarsi la meno grave tra le lesioni muscolari acute. Il massaggio può rivelarsi un vero e proprio tocca sana per il nostro corpo.

Le tecniche del massaggio decontratturante.

Il massaggiatore andrà ad operare sull’area specifica dove rileva la contrattura al fine di scioglierla. Egli esercita varie tecniche esercitando una pressione commisurata al tipo di contrattura verificata al tatto delle proprie mani. In tal modo egli aiuta il corpo ad espellere dai tessuti i prodotti di scarto e l’acido lattico. Si consiglia di bere molta acqua per depurare l’organismo.

Leggi tutto “Massaggio Decontratturante”