Kinesiologia e Alimentazione consapevole.

Come acquisire una alimentazione consapevole e vitalizzante?

L’alimentazione consapevole sta appassionando un numero sempre maggiore di persone.

Tutti noi ci alimentiamo per vivere.

  • Chi lo fa spensieratamente mangiando tutto quello che gli viene messo innanzi.
  • Chi mangia per compensare i propri squilibri emotivi o per stress.
  • Chi mangia ripetendo acriticamente le abitudini alimentari imparate dai propri genitori.
  • Chi prima di prendere un alimento legge ingredienti e provenienza per acquistare cibo nutriente e sano.
  • Chi confida nel successo di una dieta.
  • Chi si professa vegetariano.
  • Chi è diventato vegano.

insalata

Che cosa fare per salvaguardare il nostro benessere e quello dei nostri figli?

Diventa ogni giorno sempre più consapevole del cibo e delle bevande che assumi. Se ci stai impegnando in  questo hai già fatto una grande conquista. Bravo! Lo dico per incoraggiarvi, puoi fare di più.

Occorre discernere

quali alimenti ci nutrono donandoci energia

e quali al contrario ci intossicano e ci fanno ammalare.

Questa distinzione all’interno degli alimenti purtroppo non può essere applicata uniformemente a tutti. Ciò che fa bene a uno, può far male ad un altro. 

Ogni persona è unica perché anche il suo organismo è unico. Ogni organismo si differenzia da tutti gli altri per costituzione, per la storia personale degli eventi vissuti, per il tipo di ambiente più o meno salubre dove abitiamo, per la tipologia di professione, per le patologie sviluppate nel tempo e per quelle dormienti nella propria memoria genetica, per i diversi stress emotivi e spirituali esperienziati dalla nascita ad oggi.

Che cosa possiamo fare per nutrirci rispettando la nostra unicità?

Una soluzione c’è!

Perché non chiedere direttamente

al nostro organismo

di quali alimenti e sostanze abbisogna?

Il nostro organismo è vivo e decide sapientemente di variare l’apporto delle sostanze nutritive in base a più fattori:

  • variazione delle stagioni,
  • insorgere di patologie,
  • come risposta organica ad una nuova e maggiore consapevolezza mentale e spirituale sulla propria alimentazione,
  • per disintossicarsi e purificarsi,
  • per raggiungere un importante obiettivo della vita, 
  • per difendersi da attacchi provenienti da aspetti ambientali, emotivi, spirituali,
  • per apportare elementi chimici ad un organo o parte del corpo essenziali alla sua vitalità,
  • per sostenere uno sforzo mentale e fisico protratto nel tempo …

Non tutti gli alimenti sono uguali!

Tolleranza o intolleranza ad un cibo o ad una sostanza non significa direttamente che quel cibo o sostanza sia nocivo in se stesso. Lo è per quell’organismo, ciò non significa che lo sia per sempre, ma solo per un determinato periodo di tempo. Altre sostanze, soprattutto se molto elaborate e raffinate, o difficili da assimilare, o perché causano uno stress eccessivo al corpo sono sempre mal tollerate dall’organismo, come per esempio lo zucchero bianco raffinato.

Molte delle persone che incontro hanno un organismo intossicato, spesso per la mancanza di una sana educazione alimentare. Un organismo intossicato esprime chiaramente la propria indisponibilità a particolari cibi e sostanze. Questi alimenti ora rifiutati possono essere di nuovo assunti solo dopo aver purificato il proprio organismo.

Questo significa che ognuno di noi ha una personale e originale individualità biochimica!

Il Test Kinesiologico permette di rilevare con sicurezza quali sono:

  • gli alimenti che causano una ipersensibilità o una intolleranza,
  • gli alimenti privi di qualsiasi controindicazione, ma nemmeno dotati di un particolare interesse nutritivo,
  • gli alimenti energetici capaci di apportare un significativo contributo al benessere della persona in un preciso periodo della sua vita.

Come avviene il Test Muscolare Kinesiologico sugli alimenti?

In generale si va a testare quali siano le necessità, le carenze e le intolleranze di ogni singolo organismo.

Si “sfida” un muscolo con un cibo o un allergene. Il Test Muscolare Kinesiologico rileva la variazione della risposta muscolare in un soggetto quando un alimento o un  allergene è messo a contatto con la saliva, senza assumerlo, o quando lo si posiziona su una parte del proprio corpo (Test di sensibilità al cibo). L’organismo in tal modo sollecitato dà una risposta immediata, se il muscolo indicatore diviene scarico, questo indica inequivocabilmente all’operatore kinesiologico che quell’alimento o allergene sia da eliminare, o da sospendere per un periodo di tempo limitato, diversamente può indicare quale sostanza sia necessaria all’organismo per ritrovare il proprio equilibrio e soprattutto a disintossicarsi.

Per quanto riguarda gli allergeni noi li trattiamo come una intolleranza, non parleremo mai di allergia, un linguaggio più adatto a chi svolge la professione di medico. Una “intolleranza alimentare” la reazione a un alimento o a una sostanza che indebolisce un muscolo indicatore forte, o che rende ancor più debole un muscolo già indebolito.

Il Test Muscolare Kinesiologico sugli alimenti si integra bene con le altre diagnosi effettuate in ambito medico, non le sostituisce ma comunica ulteriori importanti informazioni che agiscono su più livelli funzionali dell’organismo umano.

Le tre fondamentali categorie di alimenti:

Alimenti che danno energia, sono tutti gli alimenti “Biogeni”. Essi fanno bene al corpo e gli forniscono sostanze nutritive, vitamine, minerali, amminoacidi ecc. in maniera equilibrata.

Alimenti neutri, sono tutti gli alimenti “Biostatici”. Tali sostanze o cibi non fanno né bene né male, vengono assunti ma non rilasciano nell’organismo una particolare valore nutritivo, non rafforzano i muscoli deboli ma non indeboliscono nemmeno quelli forti.

Alimenti che tolgono energia, ossia “Biocidi”. Questi assorbono molta energia all’organismo togliendola da dove essa è richiesta. DI conseguenza sono una potenziale causa di molti squilibri che possono in seguito condurre ad uno stato di disagio. Una volta che sono consapevole degli alimenti Biocidi, ho la possibilità di conoscerli e di scegliere volontariamente di non assumerli per un periodo determinato o almeno non ingerirli regolarmente, per non indebolire il mio corpo, in modo particolare i muscoli e gli organi forti e non incorrere in future patologie. In positivo eliminare gli alimenti biocidi mi permette di acquisire maggiore energia mentale e fisica, di ritrovare un migliore equilibrio interiore e fisico eliminando lo stress causato nell’organismo, di valorizzare la comunicazione bilaterale dei due emisferi e la loro coordinazione.

Test kinesiologico e Massaggio Olistico

Un fisico sottoposto a qualsiasi tipo di stress è più incline a soffrire di intolleranze. Un corretto massaggio olistico può ben contribuire a togliere stress psico-emotivo e fisico e, se unito al Test sugli alimenti Biogeni-Biostatici-Biocidi, può dare un impulso determinante al benessere integrale della tua persona, rendendoti maggiormente consapevole per una alimentazione sana e vitale.

Non sottovalutare certi stati disarmonici. Non classificarli semplicemente come disturbi comuni da non prendere con serietà. Come per esempio:

  • problemi digestivi,
  • intestino irritabile,
  • problemi di peso,
  • senso di stanchezza e di malessere,
  • sbalzi di umore,
  • ansia,
  • dolori muscolari, articolari e tendinei,
  • problemi cutanei,
  • sinusite,
  • indebolimento del sistema immunitario,
  • detenzione idrica,
  • cellulite,
  • ulcere gastroduodenali,
  • coliti spastiche,
  • cefalea,
  • asma,
  • perdita di memoria 
  • ecc.., 

tutti questi con il tempo possono divenire invalidanti.

Una delle cause più frequenti di questi disturbi, deriva da una intolleranza verso certi alimenti, da una sbagliata e non variata alimentazione, dalla carenza di elementi nutrizionali necessari al benessere della persona, da una intossicazione generale e protratta dell’organismo umano, da alcuni parassiti che popolano il nostro corpo.

Molte di queste intolleranze, purtroppo, non vengono sempre rilevate da un test cutaneo o da un prelievo del sangue.

Ora sai che cosa puoi fare!

Prenditi cura di te!

Rispondi