Trigger Points: cosa sono, perché non sottovalutarli.

Cosa sono i Trigger Points?

I Trigger Points (TP) sono dei piccoli punti circoscritti e ben definiti e sono caratterizzati dalla loro alta iperirritabilità. Essi si formano tra le fibre muscolari sulla banda muscolare contratta.

Possiamo giustamente tradurre il termine Trigger Points con “Punti Grilletto” perché, quando sono attivi, è sufficiente una loro leggera stimolazione perché “sparino” una chiara ed intensa sensazione di dolore, questa sensazione si propaga, per un meccanismo riflesso costante da persona a persona, su altre zone specifiche del corpo, dove possiamo percepire sensazioni di torpore, irrigidimento, calore. Queste aree di riflesso del Trigger Point vengono chiamate “aree bersaglio” (Target Areas) e possono trovarsi ben lontane dalla zona circoscritta al Trigger Point e non corrispondono alle mappa dermatomeriche.

Le zone rosse indicano dove si localizza il riflesso o il bersaglio allo stimolo del Trigger Points del Trapezio (le due crocette).

Per esempio: alcune forme di lombalgia sono provocate dalla presenza di Trigger Point nei muscoli addominali, e alcuni tipi di mal di testa sono provocati dalla presenza di Trigger Point nella muscolatura del collo. Una persona prova uno stato doloroso in una area specifica del corpo, ma la sua origine proviene da un altra area identificabile solo da un esperto in TP.

Il trattamento dei Trigger Point è doloroso?

Leggi tutto “Trigger Points: cosa sono, perché non sottovalutarli.”